tadalafiltoscana.com vendita online di farmaci e Parafarmaco - misuratori di pressione - sconti dal 20% al 70%.
Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna Erre-Gross Srl | Ingrosso e distribuzione materiali edili e termoidraulici in Sardegna
Approfondimenti tecnici: Generici (3-04-2012)

Tomby Tall: dispositivo per la messa in quota di chiusini e caditoie

Problema: Difficoltà nel mantenere in quota i tombini.
E' noto che porre e mantenere in quota i dispositivi necessari a coprire i pozzetti sul piano stradale presenta non poche difficoltà: la precaria situazione delle strade urbane ed extraurbane e dei marciapiedi ne è un'evidente dimostrazione. Ognuno di noi è in grado di percepire, spesso con grave disagio, la presenza dei chiusini fuori quota.
Questo costituisce un pericolo concreto per la sicurezza stradale, soprattutto in condizioni atmosferiche avverse o di visibilità non ottimali. Parecchie cause di risarcimento danni sono state esperite proprio per questi motivi. D'altra parte è indispensabile consentire agli addetti ai lavori l'accesso alle opere sottostanti per motivi d'ispezione e manutenzione. I costi che le Amministrazioni Comunali e gli Enti preposti devono sostenere a tal fine sono rilevanti e la mancanza di risorse non consente soluzioni ottimali usando i sistemi tradizionali.
Non è una soluzione accettabile coprire il dislivello con uno strato d'asfalto: in tal modo non si fa che spostare il problema, rendendolo più complicato; infatti, gli addetti ai lavori, oltre alla difficoltà di individuare il tombino, avranno l'onere di ricoprirlo riportandolo in quota.

Tomby-Tall

Un'altra complicazione si presenta ogni qualvolta si effettua una nuova asfaltatura con preventiva asportazione del manto usurato. In prossimità del tombino fissato al pavimento è tutt'altro che agevole asportare con fresa lo strato d'asfalto. Non essendo ciò possibile, se non in tempi e con costi rilevanti, il nuovo manto intorno al tombino non garantirà sufficiente coesione con il vecchio, con sgretolamento del materiale e i conseguenti, noti, inconvenienti tecnici ed estetici.
La procedura in uso consiste nello stendere il nuovo manto d'asfalto, coprendo tutto, per poi rimuovere successivamente i tombini sepolti e portarli in quota: si tratta evidentemente di un metodo costoso e poco funzionale.

Tomby-Tall

Il telaio del chiusino, in appoggio al pozzetto in cemento, è fissato sul nuovo manto d'asfalto con una vistosa cornice di calcestruzzo: questa non garantisce una tenuta costante nel tempo, poiché la differenza di elasticità fra i materiali usati la porterà a deteriorarsi irrimediabilmente in seguito al normale transito di auto e autotreni. Bisogna inoltre rilevare che, per eseguire un lavoro a norma, sono necessari tempi mediamente molto lunghi, con notevoli disagi per lo scorrimento del traffico e la relativa regolamentazione, nell'attesa che la cornice di cemento attorno al telaio si sia consolidata.

Tomby-Tall

Stiamo evidenziato e dimostrando, nella documentazione fotografica, che questo tipo di soluzione, oltre a presentare problemi estetici, è destinata ad essere reiterata nel tempo, con costi e fastidi aggiuntivi.

Tomby-Tall

Soluzione: Tomby-Tall - Un'idea che consente una rapida messa in quota di chiusini e caditoie

Tomby-Tall

Si tratta di un contro-telaio (successivamente denominato "Tomby-tall") costruito in lamiera d'acciaio COR-TEN. E' fornito in varie dimensioni per accogliere qualsiasi telaio in ghisa di chiusini e caditoie in uso.
Si pone in appoggio ai pozzetti in cemento o alla base dei manufatti sottostanti.

Tomby-Tall

Tomby-Tall

Tomby-Tall

E' di norma, in ogni modo, costruire la base d'appoggio rendendola complanare e in quota a quella stradale con calcestruzzo avente caratteristiche tecniche idonee allo scopo e in ottemperanza alle norme vigenti EN124, capitolo materiali per la posa. Per facilitare la costruzione in opera delle basi, forniamo casseri in lamiera con dispositivo livellante che si adattano alle dimensioni di ogni "Tomby-tall".

Tomby-Tall

La forma dei casseri è studiata in modo da consentire l'appoggio di "Tomby-tall" in tutta la sua superficie, creando lo spazio atto a ricevere le sedi porta bracci di sollevamento (A).
La forma del profilo esterno della base prevede la sede per trattenere gli spessori fonoassorbenti (B), che consigliamo di inserire fin dalla prima posa di "Tomby-tall", proprio per evitare quella rumorosità così fastidiosa e contestata e per consentire un'agevole estrazione in caso di necessità.
Gli spessori, da noi forniti, soddisfano una messa in quota con correzione di 5 millimetri in 5 millimetri mediante impilatura; sono testati e in possesso delle certificazioni previste, e in grado di sopportare oltre 400 KN come prevedono le norme (V. certificazione ICMQ numero 203/11/ ISP del 30/05/2011).

Tomby-Tall

Operazioni per la messa in quota
Con il dispositivo di sollevamento (modello depositato), chiunque sarà in grado di procedere autonomamente al sollevamento di qualsiasi chiusino per la messa in quota.

Tomby-Tall

Fasi di lavoro:

  1. stabilire la quota di dislivello e preparare gli spessori necessari;
  2. togliere il coperchio;
  3. inserire i quattro bracci di sollevamento nelle apposite sedi di "Tomby-tall";
  4. piazzare l'attrezzatura;
  5. alzare "Tomby-tall"con il telaio in ghisa incorporato per rendere agevole l'inserimento di spessori;
  6. inserire gli spessori;
  7. togliere gli estrattori e l'attrezzatura;
  8. adagiare "Tomby-tall" nella nuova posizione;
  9. rimettere il coperchio, rendendo immediatamente percorribile la carreggiata.

Tomby-Tall

Tomby-Tall

Tomby-Tall

Siamo in grado di dimostrare, con i filmati in calce a questa pagina e presenti nel sito www.tombytall.it, che per effettuare questa operazione sono sufficienti pochi minuti e la semplicità nella esecuzione è tale per cui non necessita di operatori specializzati.
UN QUALSIASI OPERATORE, GIA' DIPENDENTE DELL'ENTE CHE HA IN GESTIONE LA MANUTENZIONE STRADALE, O UN DIPENDENTE COMUNALE ADDETTO ALLE MANUTENZIONI, PROCEDENDO COME DESCRITTO, SARA' IN GRADO DI OTTEMPERARE AUTONOMAMENTE A QUEST'OPERAZIONE.
Allo stesso modo, e insistendo nel sollevamento, sarà possibile estrarlo totalmente dal terreno: questo per rendere agevole e senza impedimenti la fresatura in occasione di una nuova asfaltatura.
IL VANTAGGIO, IN TERMINI DI RIDUZIONE DEI COSTI E DISAGI CHE ATTUALMENTE STIAMO SOPPORTANDO A CAUSA DELLA MANCANZA DI RISORSE, SONO TANGIBILI ED EVIDENTI.
L'UNICO COSTO DA SOPPORTARE PER LA MESSA IN QUOTA IN CASO DI CEDIMENTI E QUINDI PER IL MANTENIMENTO IN ORDINE DELLE NOSTRE STRADE, SARA' L'UTILIZZO DEGLI SPESSORI FONOASSORBENTI RAGGIUNGI QUOTA.

Tomby-Tall

 

Vediamo ora come e quando operare per il suo inserimento

1. Prima lottizzazione
La prassi attuale, in occasione della nuova lottizzazione, prevede che chiusini e caditoie siano posti alcuni centimetri sopra il livello bynder, con la speranza di trovarli in quota a lavori ultimati. Questo non succede, come dimostrano queste immagini.

Tomby-Tall

Nel corso della lottizzazione è noto che il terreno subirà adattamenti non uniformi: di conseguenza, a lavori ultimati e prima della stesura del manto a finire, sarà necessario riposizionare in quota i chiusini.

Tomby-Tall

Non è semplice fare in modo che le opere sottostanti siano complanari al piano stradale: a tal fine, utilizzeremo, come già detto, i casseri per creare in maniera precisa la base d'appoggio per adagiare il nostro "Tomby-tall". Facciamo notare che, e lo vediamo nello schema PRIMA FASE, a differenza dei metodi consueti, "Tomby-tall" con il telaio in ghisa inserito, sarà adagiato in modo da risultare allo stesso livello del bynder: in questo modo, durante l'esecuzione dei lavori della lottizzazione, non sorgeranno problemi.

Tomby-Tall


Con il metodo tradizionale non esiste garanzia in merito all'eventualità di incidenti causati dalle sporgenze dei chiusini; al contrario il sistema "Tomby-tall" contribuisce anche a ridurre sensibilmente i rischi, gli oneri e le incombenze che gravano sui responsabili della lottizzazione.
Una volta ultimate le opere di lottizzazione, al momento di stendere il tappeto d'asfalto a finire (di norma 4-5 cm.), sarà sufficiente portare in quota i tombini, inserendo tra basamento in calcestruzzo e contro-telaio gli spessori fonoassorbenti.

Tomby-Tall

L'inserimento di "Tomby-tall" in prima lottizzazione, se autorizzato da Regolamento Edilizio , non comporta alcun COSTO AGGIUNTIVO per chi ha l'onere della gestione e della manutenzione stradale (comuni, province, enti ecc.): ma, come stiamo dimostrando, si avranno al contrario costi notevolmente ridotti rispetto agli attuali nel caso si dovesse intervenire successivamente per la messa in quota o in occasione di nuove e successive asfaltature con o senza fresatura.

2. Riparazione per la messa in quota
Si procederà, come di consueto, liberando il chiusino dalla sede stradale.
L'area d'intervento sarà consona alla riparazione da effettuare. Tagliare con flessibile il manto di asfalto circostante il chiusino. Questa operazione permetterà di estrarlo senza difficoltà.

Tomby-Tall

Nel caso in cui il pozzetto di cemento sottostante si dovesse trovare ad un'altezza che non permette l'appoggio in quota del cassero per creare il nuovo basamento, intervenire con flessibile e creare nei quattro angoli le sedi per accoglierlo.
Con calcestruzzo a presa rapida, usando il cassero auto-livellante, realizzare la nuova base d'appoggio come descritto precedentemente. Le basi, così costruite, permetteranno di appoggiare "Tomby-tall" con telaio in ghisa inserito, saranno perfettamente complanari al piano stradale e consentiranno maggiore stabilità e minor deterioramento nel tempo, in quanto più ampie rispetto all'attuale appoggio sul pozzetto in cemento o alle prolunghe raggiungi quota.

Tomby-Tall

Adagiare il contro telaio sul basamento. Inserire il telaio in ghisa nel "Tomby-tall", bloccandolo con calcestruzzo a presa rapida fino a 4-5 centimetri dal bordo, e completare la copertura esterna sempre fino a 4-5 cm. dal piano stradale, onde permettere la finitura.

Tomby-Tall

Diverse soluzioni sono in uso per la copertura e finitura: si può usare malta tissotropica di colore nero, a presa e indurimento rapidi. Le caratteristiche tecniche garantiscono il transito di mezzi gommati dopo 2-3 ore dall'applicazione a +20° C. Si usano anche soluzioni di finitura con conglomerati bituminosi a freddo adatti per riparazioni istantanee e permanenti di pavimentazioni stradali, che aderisce alla superficie anche in presenza di polvere o acqua.
In ogni caso, la copertura e finitura con asfalto a caldo sono preferibili sia in termini di costo che di risultato tecnico: questo ovviamente se le riparazioni sono molteplici e tali da giustificare la quantità minima d'approvvigionamento di asfalto.
E' opportuno l'utilizzo di apparecchiature per la pressatura dell'asfalto intorno alla riparazione, al fine di garantire nel tempo compattezza e stabilità e permettere in tempi rapidi il ripristino del traffico.

Tomby-Tall

In tal modo otterremo un risultato tecnico/estetico sicuramente apprezzabile e vantaggioso rispetto alla procedura con cornice in calcestruzzo, notevolmente antiestetica e poco funzionale.

Tomby-Tall

 

Fresatura-asfaltatura
Ovviamente non è opportuno asfaltare coprendo tutto ignorando il problema della messa in quota dei chiusini (come già detto in precedenza).

Tomby-Tall

Se è prevista l'asportazione del manto usurato, prima toglieremo i chiusini, poi puliremo la parte scossa dalle precedenti riparazioni.

Tomby-Tall

Creeremo le nuove basi complanari al nuovo manto di asfalto usando i casseri a riempimento autolivellanti come precedentemente descritto nel capitolo "Riparazione per la messa in quota", copriremo il foro per non far cadere nell'opera sottostante i detriti della fresatura e procederemo alla fresatura.

Tomby-Tall

La fresatura risulterà più veloce e uniforme perché non troveremo ostacoli o impedimenti.

Tomby-Tall

Adageremo il tombino nella sua sede che risulterà all'altezza della prossima asfaltatura, bloccheremo con calcestruzzo a presa rapida il coronamento esterno come prevedono le norme e come già descritto. In caso di necessità è possibile far defluire il traffico nei modi e nei tempi consentiti (velocità moderata e dopo che il calcestruzzo a presa rapida sia sufficientemente consolidato).

Tomby-Tall

A questo punto procedere all'asfaltatura sarà meno arduo e più efficace, in quanto il nuovo manto coprirà in maniera uniforme tutto il piano stradale, anche in prossimità dei chiusini, garantendo così maggior compattezza e durata nel tempo.

Tomby-Tall

In ogni caso, se l'asfaltatura non prevede la fresatura, si presenta comunque l'esigenza di mettere in quota i chiusini prima di stendere l'asfalto: procederemo quindi come già descritto.
Avremo così, in unica soluzione, tre interventi: FRESATURA, MESSA IN QUOTA DI CADITOIE E CHIUSINI CON L'INSERIMENTO DI "TOMBY-TALL", E ASFALTATURA.
Il costo di "Tomby-tall" anche in questo caso sarà in buona parte recuperato, in quanto non dovremo subire i costi di messa in quota a posteriori, come succede nella prassi attuale.

Tomby-Tall

 

Successive asfaltature con "Tomby-tall" inserito.
In questo caso la nuova asfaltatura sarà favorita dalla presenza di "Tomby-tall "inserito, quindi sarà sufficiente estrarre totalmente il tombino dalla sede usando il "dispositivo di sollevamento" e procedere con la fresatura e asfaltatura come descritto.

Tomby-Tall

I vantaggi che ne derivano sono evidenti. Una sola volta causeremo il disagio per l'interruzione del traffico, l'asfaltatura sarà meno esposta a sgretolamenti e a deterioramenti, in quanto lo strato di materiale anche in prossimità dei tombini sarà uniforme e livellato al resto della carreggiata, garantendo compattezza e durata; infine eviteremo le cornici di calcestruzzo, antiestetiche e soggette ad usura precoce come succede con la messa in quota in tempi e soluzioni successive.
Applicando ad ogni intervento le procedure descritte, troveremo, in breve tempo, strade sempre in ordine, meno soggette ad usura, percorribili senza i disagi che ora stiamo sopportando, e soprattutto con notevoli vantaggi e notevole risparmio di costi per il mantenimento e le successive ed eventuali manutenzioni. Motivo non certo trascurabile
vista la mancanza di risorse economiche e i tagli di spesa che questo particolare momento stanno attraversando Amministrazioni Comunali ed Enti preposti a questo gravoso compito.

 

Componenti del sistema "Tomby-tall"
Controtelaio TOMBY-TALL
Costruito in lamiera d'acciaio COR-TEN di spessore 2 mm e fornito in varie dimensioni, in grado di accogliere qualsiasi tipo di chiusino o caditoia in commercio.
Tomby-Tall
Cassero TOMBY-TALL
Cassero per la creazione della base di appoggio. Realizzato in lamiera zincata. Disponibile in varie dimensioni, a seconda del tipo di TOMBY-TALL da installare.
Tomby-Tall
Spessori fonoassorbenti
Realizzati in una speciale miscela plastica in grado di supportare oltre i 400 kN, sono certificati ICMQ 203/11/ISP 30/05/2011. Vengono forniti in varie lunghezze e sono disponibili in spessori da 5, 10 o 20 mm e profondità da 80 e 120 mm. Sono da scegliere in base alle misure del chiusino/caditoia al quale vanno applicati.
Tomby-Tall
Dispositivo di Sollevamento
Viene fornito su apposita cassa di imballo e ricovero fornita di manici per il trasporto.
Tomby-Tall

 

Indietro

Translate with GoogleTraduire avec GoogleÜbersetzen mit GoogleTraducir con Google Seguici su TwitterErre Gross Srl on Facebook
Visita il nostro Catalogo On-line
Il più fornito ingrosso online in Sardegna
Sai darei il giusto valore al giusto peso?
Austria: il Paese del legname certificato
Laminox Idro - Linea Omnia
Erre Gross: solide certezze
Erre Gross: servirti al meglio è nel nostro DNA
Nasce Stabile AL-P: prossimamente da Erre Gross
Erre Gross: solo acciaio di QUALITA' CERTIFICATA
Dove siamo / Contatti
Dove siamo

Erre Gross Srl
S.S. 126, km 95 - Z.I. GUSPINI (CA)

Email:
» info@erregross.com

Phone:
» (+39) 070 - 976704
» (+39) 320 - 1443876
» (+39) 329 - 6151804
Fax:
» (+39) 070 - 7731934
» (+39) 070 - 7731936
» (+39) 070 - 976611

Tutti i Contatti